Quali sono i colori e le finiture per un bagno prezioso e affascinante?.

Scopri di più...

Nell’arredamento dei propri spazi, la scelta del colore è spesso un momento “cruciale” e può generare incertezza. Il colore non è infatti solo una questione di gusto, ma c’è addirittura una “psicologia dei colori” che dimostra quale sia il loro potere! Eban questo lo sa e dunque ti offre una palette ricca di suggerimenti cromatici, capaci di valorizzare ogni mobile e rispondere alle tue preferenze. Il bianco è il più apprezzato; Si può scegliere tra il bianco assoluto e bianchi “relativi”, come il Decapé o il Perlato. Per poi passare ai toni neutri, ovvero Pergamon, Fune o Tortora, capaci di inserirsi in un ambiente con discrezione, ma riuscendo ad esprimere comunque un loro carattere. il Grigio sia fumo di londra, ardesia o seta, lascia spazio alla creatività nel resto della stanza, ed è molto apprezzato per la capacità di abbinarsi a colori o accessori più stravaganti e dal gusto romantico. Anche il Nero è molto ricercato e di perfetto per spiccare con una fantasia geometrica o optical, o per creare un irresistibile effetto Black&White. Tundra Moka Noce: un tris di toni che possono conquistare con la loro naturale intensità, che non copre ma rivela tutta l’essenza del legno. Perfetti in una scena in cui dominano i colori chiari e la loro solidità può essere impreziosita dalla frivolezza di un accessorio. Molto apprezzati anche l’ Oro e Argento, classico e contemporaneo, opulento ed essenziale, perfetti per dare quel tocco di luce ed eleganza, per fare del bagno un ambiente davvero “prezioso”. Gli innovativi: Dimentica il solito concetto cromatico da sempre legato al blu al verde nel bagno proponiamo Rosso fuoco e British Green, densi e coinvolgenti, perfetti per comunicare intensità, equilibrio ed armonia. Un mobile in questi toni può dare il massimo se inserito in un ambiente in cui dominano i toni chiari. Stanno inoltre prendendo sempre più piede le essenze naturali che permettono di assaporare le caratteristiche più pure del legno e la naturalità della sua essenza. Alla vista e al tatto lasciano evidenti la particolarità delle fibre naturali del tronco dell’albero: le striature, i nodi, i pori. Il gioco di venature orizzontali e verticali diventa decoro, impreziosendo l’estetica del mobile.